MODERATO nell'atteggiamento, DETERMINATO nei valori

Archivio per la categoria ‘Amministrazione Ongaro’

Conurbamento SI, conurbamento NO

Abbiamo sentito a più riprese che uno degli elementi strategici di questa amministrazione è il conurbamento con Pordenone, che dovrebbe comportare risparmi di costi e miglioramento dei servizi.
Sto attendendo di vedere il Bilancio 2012 per capire quanto di concreto ci sarà di tutto ciò.
Per il momento, a mio avviso, varrebbe la pena cercare di far funzionare (migliorandola, certamente) l’Associazione Comunale “Cellina-Meduna” che vede assieme Cordenons (capofila), San Quirino, Zoppola e San Giorgio per gestire assieme alcuni servizi (Personale, Tributi, Vigili Urbani, Sportello commercio, Ufficio Tecnico).
Secondo il sindaco Ongaro è “da buttare” perchè non funziona, io al suo posto ci penserei bene.
Ongaro dice che sono i sindaci degli altri comuni a lamentarsi; ma mi pare che quando era sindaco Mucignat i rapporti erano diversi: credo che vista la debolezza di Ongaro, gli altri sindaci stiano cercando di incrementare il peso del loro comune. Al loro posto, io farei lo stesso!!
La ritengo una esperienza positiva per più motivi:
ruolo della Città di Cordenons, per il prestigio che ha ottenuto come capofila
– motivazione dei funzionari di Cordenons, che diventando responsabili  anche dei servizi degli altri comuni hanno potuto sviluppare nuove competenze
finanziamento opere pubbliche: piscina comunale e percorsi naturalistici, a disposizione dei cittadini di tutti e quattro i comuni, sono state possibili grazie a questa scelta!
– rafforzamento strumenti per i vigili urbani: nuovo sistema di videosorveglianza con la centrale operativa a Cordenons (e contemporaneo ampliamento sede) e rinnovo automezzi sono state possibili grazie e questa scelta! E questo, aggiunto all’agente in più finanziato da Cordenons, costituisce un vero impegno concreto per la sicurezza dei cittadini. Altro che le ronde di Ongaro e Del Pup!
risorse: per compensare il maggior impegno del personale e della struttura di Cordenons, il bilancio comunale ha beneficiato di circa 80/90 mila euro/anno.
Inoltre non dimentichiamo che è stata la prima vera esperienza di mettere assieme le attività dei comuni, unica strada per ridurre i costi della Pubblica Amministrazione. 

Certo si può e si deve migliorare il funzionamento di questa associazione, com’è normale che sia quando qualcosa di nuovo prende avvio.

Ricordo che l’Amministrazione Mucignat non è stata contraria a collaborare con il comune di Pordenone: l’unica cosa che si pretendeva era il riconoscimento dei ruoli e della “dignita’” di Cordenons, aspetto che non sempre è prevalso.
Di conseguenza, non mi sento contrario a conurbarmi con Pordenone, ma a precise condizioni: che nella definizione degli obiettivi Cordenons abbia piena voce in capitolo, che il personale di Cordenons – per l’esperienza che ha sviluppato – non sia relegato ad un ruolo puramente esecutivo ma sia coinvolto nelle giuste responsabilità, che i benefici siano egualmente distribuiti, che i costi che Pordenone addebiterà siano controllabili e congrui.
Su tutto ciò misureremo le scelte dell’amministrazione Ongaro.

Il Bilancio del Comune che verrà

Il Bilancio 2012 non è ancora stato presentato, malgrado sia passato quasi un terzo di anno, e quindi non si conoscono ancora i contenuti della manovra.
Mi auguro che come minimo due elementi a favore dei cittadini vi trovino spazio.
Il primo è la concessione di sconti a favore di giovani e anziani su biglietti e abbonamenti ATAP .
Visto che, grazie alla decisa azione del sindaco uscente Mucignat, l’ATAP ha iniziato a distribuire soldi ai suoi soci (tra cui il comune di Cordenons, che fino al 2009 percepiva circa 100 mila euro all’anno di dividendi, mentre nel 2010 ha ricevuto 1,8 milioni e nel 2011 quasi 1 milione di euro, il tutto – ribadisco – grazie alla decisa presa di posizione del precedente sindaco Carlo Mucignat) ed è probabile che questo continui, come opposizione abbiamo proposto che una parte di questi soldi vada a beneficio dei cordenonesi che usano l’autobus.
Come fanno già altri comuni…
La seconda riguarda le bollette dell’acqua. Quest’anno aumenteranno ancora e contemporaneamente, da quest’anno, il Comune di Cordenons non pagherà più le rate dei mutui relativi al servizio idrico integrato (acquedotto, fognatura, depurazione) con un beneficio di circa 700 mila euro. Non bazzecole!!
Ebbene, noi dell’opposizione abbiamo proposto che tale beneficio ritorni ai cittadini (che già hanno subito l’incremento della bolletta!), a favore di quelli meno abbienti e a quelli che risultano virtuosi nel ridurre i consumi di acqua.
La maggioranza ha bocciato la nostra proposta, impegnandosi comunque a tenerne conto (….!….).
E’ stata promossa anche una raccolta di firme in tal senso.

Queste – si sappia – sono proposte del Centro Sinistra di Cordenons.
Ebbene, mi auguro che queste due misure trovino spazio nel bilancio, perchè sono concreti benefici economici per i cittadini.
Questo grazie alle OPPOSIZIONI. E pensare che ci rimproverano di saper fare solo polemica…

Ma la STU MAKO’ interessa al centro-destra di Cordenons?

L’amico Gianni Ghiani mi ha anticipato con un suo intervento che vi invito a leggere (http://www.giannighiani.it/?p=239).

Sintetizzo i fatti: La  STU Mako’ langue, in Consiglio comunale (su iniziativa della opposizione di Centro-sinistra che nel bilancio aveva stanziato 1,8 milioni per fare la palestra, a fronte dell’impegno della Provincia di costruire una scuola, impegno poi bellamente disatteso da Ciriani…) si vota all’unanimità di sollecitare tutte le parti coinvolte per far partire il progetto. La Lega Nord (dato che il presidente della Stu Mako’ è di sua emissione) propone di costituire un tavolo comune per affrontare la questione.

Il tutto sembrava ben avviato. Finalmente basta beghe di parte e si guarda al bene di Cordenons.

Si convoca il primo incontro del tavolo e chi manca? Del Pup, Vampa, Zancai del Gruppo autonomo. Si’ proprio quel drappello di 5 valorosi che dispensano etica in Consiglio Comunale.

Ma le motivazioni sono spettacolari: Del Pup non si è fatto vivo perchè offeso dalla Lega in un precedente incontro e pretende le scuse (!!!! da restare allibiti), Vampa perchè ha dichiarato che non partecipa finchè ci sono beghe (ma lui cosa fa per superarle?), Zancai perchè – orrore – prima bisognava parlarne in maggioranza (e perchè non ha chiesto lui l’incontro?). 

Alte motivazioni, vero? Uno spettacolo avvilente a dir poco…. E sentirsi dare lezioni da questi signori è proprio il massimo.

Credo che ormai tutti si siano fatti l’idea di come stiano le cose in Amministrazione a Cordenons: Sindaco incapace ci prendere il bandolo della situazione, Lega e PDL in assoluto disagio, Del Pup che ha iniziato la sua lunga campagna elettorale per le regionali.

Per cortesia, spiegatemi dove stanno il bene comune e gli interessi dei Cittadini di Cordenons!

A proposito, vi ricordate che in campagna elettorale “questi” vi hanno detto: “Votate Ongaro perchè così si crea la continuità politica Regione – Provincia – Comune e i soldi arriveranno alla grande!” Infatti….. C’è qualcuno che si prende la briga di tirare la giacchetta a Ciriani per mantenere fede alla parola data? Figurarsi!!

Mi sa che ci hanno preso in giro….  Ma non dite che non ve l’avevamo detto!! 

Ma l’URBANISTICA interessa a Cordenons?

Non passa giorno che l’attuale maggioranza (quale maggioranza poi….) critichi la Variante 30, rea di essere la causa di tutti i mali urbanistici. E quali sono le scelte fatte da questa Amministrazione? quella si stare senza assessore all’Urbanistica da più di quattro mesi.

La cosa è molto equivoca e molto contradditoria. Spero che in questo vuoto di potere (perchè il Sindaco Ongaro, che si è assunto la delega, non mi risulta abbia competenza in questa maniera) non ci sia qualcuno che ne approfitti.

Nel frattempo il Presidente del Consiglio Del Pup, che per tanti mesi ha portato avanti il can can della presentazione SI presentazione NO in Procura della documentazione della Variante 30 contro Mucignat, ora non ne parla più (pare che la ricevuta di tale presentazione sia sempre stata negli uffici comunali, come da sempre dichiarava il precedente sindaco Mucignat). E allora ha iniziato a fantasticare sull’inciucio PD-PDL.

Tutti tentativi per sviare l’attenzione dalla assoluta incapacità di questa maggioranza di governare Cordenons, dilaniata da guerre intestine in cui lui pare essere il più interessato agitatore (le elezioni regionali sono dietro l’angolo e le sue ambizioni sono chiare a tutti, anche ai suoi alleati o presunti tali).

Da parte mia un inciucio con il PDL lo farei volentieri: per mandarlo a casa! Perchè e’ assolutamente inadeguato a ricoprire il ruolo di Presidente del Consiglio.

Ma è possibile?

E’ possibile che dopo nemmeno un anno dalle elezioni, il vice sindaco – all’inizio del consiglio comunale – dica al Presidente “BUGIARDO” e questi – sempre in consiglio comunale – pronunci un “FESSACCHIOTTO” (con ogni probabilità) rivolto allo stesso vice sindaco?

A Cordenons si, è possibile.

Nel frattempo, il sindaco insiste a chiedere armonia e collaborazione…..

Al vice sindaco, seppur di altro partito, va la mia solidarietà!!

Proiettori cari? sicuramente poco chiari…

Se vi ricordate, in periodo natalizio Sabato Cerchia, cittadino cordenonese, in merito ai due proiettori installati in piazza per generare l’effetto neve e stelle sul municipio e sul campanile, aveva dichiarato che 4.000 euro erano troppi, in periodo di ristrettezze come quelli attuali.
L’assessore Gardonio aveva subito replicato che le cifre non erano vere…
Alla domanda del cittadino Cerchia di sapere a quanto ammontava la spesa non è mai stata data risposta.
Conosco Sabato, è una persona caparbia. Mi ha contattato per sapere se potevo informarmi.
Anche altri cittadini mi hanno interpellato, incuriositi da questa notizia.
Allora, in qualità di Consigliere Comunale e nell’ambito della mia attività di controllo, ho richiesto i documenti in Municipio.
Ebbene, i 2 proiettori Monster, completi di protezione antipioggia, staffe di supporto, pali per installazione ed effetto caduta neve e stelle sono costati all’Amministrazione Comunale 4.458 euro (IVA compresa, non deducibile).
Quindi, se Sabato ha riportato cifre sbagliate, lo ha fatto per difetto.
Sono tanti o pochi 4.500 euro per due proiettori? Non lo so, lascio ad ognuno la valutazione.
A me quello che ha colpito è stata la poca trasparenza dell’Ammninistrazione Ongaro: perchè non si è dichiarato subito la vera spesa?
E ancora più strano è che tale spesa non trova individuazione in una determina dall’oggetto del tipo “installazione proiettori per addobbi Natale” o “installazione illuminarie di Natale”, qualcosa cioè che permettesse una chiara individuazione della spesa.
No. La determina recita “FORNITURA DI MATERIALE ED INTERVENTI NECESSARI ALLA MANUTENZIONE ORDINARIA SU IMMOBILI, PARCHI E GIARDINI DI PROPRIETA’ COMUNALE”.
Ma non mi pare si tratti di materiale relativi alla manutenzione.
Proiettori cari? Sicuramente poco chiari….

Alta tensione sui nuovi revisori

Ongaro è sempre più in difficoltà, isolato e contestato dal suo stesso partito.
Ieri il nuovo gruppo autonomo (formato dai transfughi della Lega Nord Zancai, Baletti e Bomben) ha fatto capire quali sono le proprie reali intenzioni.
Altro che essere di pungolo all’azione Amministrativa di Ongaro. Vuole contare, vuole posti, vuole nomine.
Infatti in occasione del rinnovo dei revisori dei conti c’è stato un fatto imprevisto.
I revisori sono 3: buona norma suggerisce 2 alla maggioranza e uno alla opposizione. Noi abbiamo proposto (e votato) Renato Santin.
Ci si aspettava un nome per il PDL e uno per la Lega.
Invece il gruppo autonomo ha preteso un suo nome e così la Lega (cioè Ongaro, il sindaco ……) ha rinunciato al suo uomo. Un Sindaco sotto scacco dei suoi ex alleati e compagni di partito: una bella prospettiva per il futuro suo e di Cordenons!
Tutti i simpatizzanti della Lega e lo stesso candidato revisore in pectore, presenti in aula, pieni di ira e scoramento, se ne sono usciti rumoreggiando….
Adesso è chiaro l’intento di questo gruppo autonomo: condizionare a proprio vantaggio il sindaco. E se il Sindaco è debole, temo si verificherà spesso. Nel frattempo, Del Pup gongola…
I nuovi revisori sono dunque Santin (per l’opposizione), Della Ragione (per il PDL) e Bolzonello (per il gruppo autonomo). Sì, proprio l’ex sindaco di Pordenone, che ha il dente avvelenato con Cordenons per la questione milionaria per i rifiuti. E’ stata una buona idea nominarlo in un ruolo cosi’ delicato?

Il Presidente del Consiglio di Cordenons……

Durante la discussione in Consiglio Comunale di lunedì 6 febbraio è emersa una cosa curiosa.
Il consigliere Vampa ha affermato che durante le febbrili negoziazioni elettorali che hanno sancito l’allenza della triplice (Ongaro, Del Pup, Vampa) gli era stata offerta la Presidenza del Consiglio Comunale.
Ma lui ha rifiutato la proposta.
Da qui si può dedurre che Del Pup è stato indicato per quel ruolo come un ripiego, una seconda scelta…..

E a proposito di Del Pup, più di qualcuno mi chiede come mai lo si veda spesso in compagnia di Zancai Loris, Baletti e Bomben.  A mio parere, sono le conferme (se ce ne fosse bisogno) della loro “vicinanza” politica.  Il Sindaco Ongaro forse dovrebbe davvero iniziare a preoccuparsi…..

Ongaro: “Ma io ho vinto le elezioni!!!!”

Quando e’ in difficoltà (e succede spesso ultimamente….) il sindaco Ongaro tuona contro le opposizioni  “Io ho vinto le elezioni, voi le avete perse e le perderete ancora….”.

Volevo, numeri alla mano, far presente alcuni aspetti che dovrebbero far riflettere prima di tutto il sindaco Ongaro e suggerirgli una maggior cautela nelle esternazioni.
E’ indubbio che al ballottaggio Ongaro ha vinto. Di soli 72 voti (su 18.500 abitanti), ma ha vinto.
Però governa con il consenso del 30% degli elettori: su 16142, “solo” 4901  hanno scelto il suo nome sulla scheda. Quindi ci sono 11.241 (il 70%) elettori che non lo hanno scelto. Già questo è un dato importante.
Nella sua azione di governo deve tener conto che il 70% di elettori non è d’accordo con lui.
Ma non è il solo punto da tener presente.
Cosa è cambiato tra il primo turno e il ballottaggio?
Si veda il file allegato ( comunali 2011 – elaborazione FV)
Mucignat partiva dai suoi 4.275 voti.
Ongaro si è alleato con Del Pup e Vampa/UDC e quindi partiva da un bacino di voti potenziale di 5.774 voti (non considero i voti di Vampa, non controllabili al ballottaggio).
Non ci doveva essere storia! Invece…
Al ballottaggio ci sono stati 832 voti validi in meno rispetto al primo turno (fenomeno abbastanza normale).
Al ballottagio Mucignat ha preso 554 voti in più rispetto al primo turno.
Al ballottagio Ongaro ha preso 873 voti in meno rispetto al primo turno.
Se Ongaro si fosse presentato da solo, avrebbe preso più voti!! Di questo non ho dubbi!
E’ evidente che gli elettori hanno sonoramente bocciato l’alleanza di Ongaro con Del Pup e Vampa, perchè già intravvedevano il rischio di votare un Sindaco e trovarsene poi un altro di fatto!
Il sindaco Ongaro non può non tenere presente questo dato politico!
Soprattutto quando in Consiglio Comunale stanno cambiando velocemente gli equilibri.
E allora, invece di dileggiare in maniera iraconda l’opposizione di aver perso, stia attento a non fare il vaso di terracotta di Manzoniana memoria…

Consiglio Comunale di ieri 6 febbraio 2012

Volevo scrivere qualche rendiconto sul consiglio comunale di ieri sera.

Poi mi sono imbattuto su questa breve scritto di Gianni Rodari che, a mio parere, è illuminante.

Ve lo propongo così, senza commenti….

 

Punto e a capo

 

Un punto piccoletto,
superbioso e iracondo,
“Dopo di me – gridava –
verrà la fine del mondo!”

Le parole protestarono :
“Ma che grilli ha pel capo?
Si crede un Punto-e-basta,
e non è che un Punto-e-a-capo””.

Tutto solo a mezza pagina
Lo piantarono in asso,
e il mondo continuò
una riga più in basso.

Gianni Rodari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: