MODERATO nell'atteggiamento, DETERMINATO nei valori

In questi giorni tiene banco la questione STU Makò.
Ed è una ulteriore occasione di spaccatura della maggioranza. Da un lato il sindaco, Lega Nord e una parte del PDL che vogliono attendere il parere legale per avere maggiori elementi su cui decidere. Dall’altro FI (cioè Del Pup e i fuoriusciti della Lega Nord), Vampa e il resto del PDL (Biason, Bottosso, De Benedet). Le minoranze invece sono contrarie alla chiusura della STU Makò. Da notare che il sindaco propone di attendere qualche settimana mentre Del Pup accelera: che sintonia eh? Chi è che dirige il ballo?
Vi rammento due momenti particolari: in estate 2013, quando Del Pup uscì dalla maggioranza, Ongaro lo salutò così (scuse ongaro). Solo qualche mese dopo, a fine anno, questi erano i toni del sindaco (Comunicato stampa su sito comunale del 21 11 2013). Adesso chissà cosa scriverebbe…
Credo sia giusto non dimenticare alcuni aspetti chiave: 1. la provincia è socio strategico in questo progetto, data la sua competenza sull’edilizia scolastica e visto il progetto di fare il nuovo liceo artistico di Cordenons 2. la provincia è sempre stata in mano al centro destra 3. la provincia ha avuto un presidente di Cordenons – De Anna – e un assessore di Cordenons – Del Pup – negli ultimi 15 anni 4. perché la Provincia non ha creduto in questo progetto?
Ricordiamo anche lo slogan del PDL in campagna elettorale “Se Regione, Provincia e Comune saranno tutte uniformemente governate dal PDL, Cordenons ne avrà grossi benefici” … difatti…
Ci sono delle cose che non tornano.
Le perdite di questa società sono abbastanza contenute e sostenibili da un comune come Cordenons.
I rappresentanti in Consiglio di Amministrazione della STU MAKO’ del Comune e della Provincia si sono dimessi. Perché i due enti non hanno rifiutato le dimissioni? hanno chiesto i motivi? In consiglio comunale non è stato riferito nulla.
Da un punto di vista legale non ci sono obblighi alla chiusura: non lo prevede il Codice Civile e la legge che obbligava i comuni ad uscire dalle società in perdita è stata abrogata. Quindi?
Durante la discussione in Consiglio Comunale non sono stati chiariti gli effetti della chiusura: ci saranno perdite patrimoniali per il comune? Inoltre non è stato detto cosa si farà dopo la (eventuale) chiusura della Stu MAKO’. E non mi sembra cosa da poco! Cosa hanno in mente i fautori della soppressione della STU?
Perché chiudere e liquidare il patrimonio immobiliare in un momento in cui il settore immobiliare è in crisi? Detto in altri termini, non è il momento di dismettere immobili.
E allora? perché tanta fretta a chiudere questa società? perché Del Pup vuole accelerare l’iter? Chi ha l’interesse a chiudere la STU MAKO’?

Annunci

Buon Natale

Se l’Inverno dicesse “Ho nel cuore la Primavera”, chi gli crederebbe? (Gibran) Con questo augurio di speranza, lasciate entrare nei vostri cuori lo spirito del Natale.
Francesco

Io voto RENZI

Domenica ci sono le Primarie del PD per eleggere il segretario nazionale.
Tutti possono votare: una simile apertura non si vede in nessun partito.
Approfittiamone!

Io voto Renzi.
Non per il suo programma, o meglio non solo.

Nelle scorse settimane ho visto un sondaggio di SWG.
Se gli incerti andassero a votare oggi, il Centro Destra vincerebbe!!
Cosa? Con tutto quello che ha combinato, la maggioranza è ancora di Centro destra?

Allora voto il candidato che secondo me è il più in grado di andare a prendere quei voti, i voti degli indecisi. Secondo me quel candidato è Renzi.

Io voto RENZI. Ti invito a fare altrettanto

A sentire l’assessore Raffin va tutto bene.
Secondo noi invece le scelte non sono assolutamente condivisibili.
– sono aumentate di 110 mila euro le spese per energia elettrica e illuminazione pubblica. Raffin dice che sono corsi ai ripari riducendo l’intensità dell’illuminazione. Ma …… se ne accorge solo a novembre inoltrato? E fino ad oggi dov’era chi doveva controllare? Malgrado gli sia stato chiesto, l’assessore non ha saputo dire se l’incremento è dovuto ad un aumento del costo del kilowattora oppure ad un aumento dei consumi (= sprechi!). E’ così che si fanno i controlli?
– le strade vi sembrano in buono stato di manutenzione? le caditoie per lo scolo dell’acqua sono pulite? A me non sembra. Non importa, questo assestamento riduce del 40% la disponibilità che ora è solo di 80 mila euro
– le spese per il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti sono ancora sovrastimate. Lo avevo già detto ad agosto, lo ripeto ancora. E non di poco: mi aspetto che i dati finali mostreranno un ulteriore correzione di 100 mila euro. sovrastimare le spese (come in questo caso) si traduce in più tasse da pagare e minori disponibilità per il sociale (esempio la dotazione per il contributi affitti).
– infine un’annotazione: ma la Provincia non è affine politicamente a Cordenons? in campagna elettorale Ongaro non ci aveva detto che questo avrebbe permesso di avere più fondi? difatti, abbiamo visto il trattamento che ci è stato riservato per la scuola nella STU (ci hanno fatto una pernacchia!) e anche in questo assestamento la Provincia ci taglia una serie di contributi per 6 mila euro!
Ma secondo l’assessore, va bene così.

8 dicembre: Primarie nazionali aperte a tutti per eleggere il segretario del PArtito Democratico.
Domani a Cordenons voteranno gli iscritti; è un primo passaggio, propedeutico, di un percorso abbastanza complesso (noi del PD siamo geniali a inventare regole complicate ….).
Io sto con Renzi, come ho fatto un anno fa.
Non perchè abbia il programma più convincente, ma perchè lui è più convincente.
In passato abbiamo scritto bellissimi programmi che poi il candidato non è riuscito a spiegare agli elettori e così abbiamo perso (Bersani non ce lo simao dimenticati vero?).
Ecco, questa volta voglio essere più concreto.
Renzi ha dimostrato di saper parlare alla gente e di saper – soprattutto – avere il consenso.
Abbiamo un candidato vincente. Lo voglio sostenere. Voglio vincere le prossime elezioni.
Ti invito a fare lo stesso

Chiedo scusa, mi sono sbagliato.
Ieri ho scritto che “loro” non avrebbero firmato.
Invece hanno firmato.
Non le dimissioni da consigliere per mandare a casa Ongaro, bensi l’accordo per occupare poltrone e potere. Diranno che adesso si governerà bene, che adesso gli interessi del cittadino torneranno in primo piano, ecc. ecc…
Voi ci credete?
Io no.
Finalmente si è palesato il vero intento di Del Pup e soci: entrare in Giunta per tirare i fili.
Nella giornata in cui il partito provinciale della Lega ha scaricato Ongaro.
No comment!

“Loro” non firmeranno

dimissioni fv consigliere

Queste sono le dimissioni dei consiglieri di opposizione. Domani sono pronte per la consegna.
Chi davvero vorrà mandare a casa Ongaro e la sua amministrazione ora può farlo.
Domani venerdì 25 ottobre alle 10 appuntamento al protocollo del comune e si presentano le dimissioni.
Se sono 13 e depositate contestualmente Ongaro va a casa.
Le nostre 8 ci sono già. Biason, Baletti, Zancai, Bomben, Del Pup, Vampa ….. cosa faranno?
Finalmente si scopriranno le carte sulle reali intenzioni di ciascuno.
Secondo me … non firmeranno. Non tutti!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: