MODERATO nell'atteggiamento, DETERMINATO nei valori

Articoli con tag ‘coraggio’

Ancora sul 7′ cambio di Giunta…

Faccio seguito al mio blog di ieri con qualche considerazioni aggiuntiva.

Dopo 3 anni dall’inizio dell’amministrazione Ongaro abbiamo assistito al 7′ cambio di giunta.
Cambi decisivi? Possiamo ora aspettarci nuovi stimoli all’agire dell’organo esecutivo?
E’ una grande commedia Gattopardesca: si cambia tanto per non cambiare nulla.
Cambiano gli attori ma le frizioni all’interno della giunta resteranno tutte e si continuerà ad assistere al gioco al ribasso.
I 3 “azionisti” continueranno a darsele addosso (quel che resta del PDL con Raffin depontenziato, Forza Italia di Del Pup sempre più avida e la Lega che cerca di difendere le ultime “colonie”…)
Non ci dimentichiamo che dopo pochi mesi dall’inizio di questa amministrazione  Del Pup definì “fessacchiotto” Raffin. E da quella volta il solco si è solo allargato.
In tutto questo marasma anche un sindaco autorevole avrebbe difficoltà a reggere il timone.
Figuriamoci Ongaro, sempre più simile all’immagine  del Manzoni ne “I Promessi Sposi”: vi ricordate il vaso di coccio tra i vasi di ferro no? Se uno il coraggio non ce l’ha, non se lo può dare. Appunto!
Ma evidentemente al sindaco va bene così.
Ha ceduto ancora, cederà ancora. Basterà attendere il prossimo pretesto.
FI alzerà la voce, il sindaco cambierà e nominerà altri assessori, ovviamente sotto dettatura da parte di Del Pup.

E’ successo così, continuerà così perchè non si vedono i motivi per cui questo cambi.
Ma si arriverà lo stesso alla fine naturale del mandato; staranno lì ancora due anni.
Nessuno dei contendenti ci guadagna ad andare a casa e coloro che non hanno interessi non hanno il coraggio di staccare la spina.

Mi si lasci dire una cosa però: è stato proprio patetico il sindaco nell’ultimo consiglio comunale.
Come al solito non dà risposte ai problemi.
L’unico ragionamento completo che è riuscito a presentare è stato questo:
“Voi dell’opposizione siete pieni di ipocrisia. Non avete a cuore il bene di Cordenons, ma ambite solo a riprendere il potere. Perchè è solo questo che vi interessa: il potereeee!”

 

Caro sindaco: il problema non è il potere. Ma per cosa lo si usa.

 

 

Annunci

Tempesta in maggioranza: era tutto già scritto…

Quello che sta succedendo nella maggioranza che governa (male) il comune di Cordenons viene da molto lontano, a mio avviso. Viene da prima delle elezioni.

Non mi sorprende che adesso i tre transfughi (Zancai, Bomben, Baletti) strizzino l’occhio alla formazione di Del Pup: io credo che l’abboccamento ci sia stato ben prima delle votazioni e cosi’ facendo Del Pup puntava a crearsi una “sua” base allargata in Consiglio Comunale, al di là dei consensi che la sua lista avrebbe potuto prendere.

D’altro canto non so cosa Zancai c’entrasse con la Lega. Era stato consigliere di Forza Italia fino al 2006, nel corso di quella legislatura pur di farsi dare un posto da assessore aveva minacciato di votare la sfiducia a Del Pup, salvo poi cambiare idea all’ultimo momento. In cambio di qualcosa, probabilmente.  Adesso il gioco si ripropone: è facile pensare che malgrado questo neo gruppo dichiari di agire da “pungolo” della maggioranza, in realtà passerà all’incasso pretendo “careghe” (assessori – chissà che Ongaro inventi anche l’ottavo, adesso….. – posti nel CDA della STU Makò, ma anche Autovie, Aeroporto FVG….) minacciando di togliere il proprio voto favorevole!

Chissà cosa penseranno gli elettori della Lega: hanno fatto da cavallo di Troia per i disegni altrui e  sono rimasti con il cerino in mano.

Certo bisogna riconoscere una grande abilità a Del Pup, che pur di raggiungere i suoi scopi non guarda in faccia nessuno, nè alleati nè cittadini. Si, perchè mi si spiega cosa ci guadagna il cittadino Cordenonese da tutto ciò? Nulla, anzi ci perde, alla grande.

Ad ogni modo, adesso è chiaro chi tira i fili. E Vampa, anche lui dovrà inventarsi qualcosa per non rischiare di perdere i fari della scena.

E il sindaco Ongaro? Se lo mettevano in difficoltà le raccolte di firme dei cittadini, che effetti avranno gli out out che inevitabilmente subirà adesso? A vederlo stretto tra Del Pup, Vampa e questi fuoriusciti, viene in mente l’immagine di don Abbondio del Manzoni ne I Promessi Sposi “…. essere, in quella società, come un vaso di terracotta, costretto a viaggiare in compagnia di molti vasi di ferro (cap. 1)“.

C’è da sperare, per il bene di Cordenons, che abbia un sussulto e che decida,  prendendo iniziative forti! Sarebbe un guaio se, come don Abbondio,  concludesse che “… il coraggio, uno, non se lo può dare! (cap. 25)“.

E sono passati solo 8 mesi da quando è cambiata l’amministrazione in comune…

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: