MODERATO nell'atteggiamento, DETERMINATO nei valori

Articoli con tag ‘Ongaro’

“Loro” non firmeranno

dimissioni fv consigliere

Queste sono le dimissioni dei consiglieri di opposizione. Domani sono pronte per la consegna.
Chi davvero vorrà mandare a casa Ongaro e la sua amministrazione ora può farlo.
Domani venerdì 25 ottobre alle 10 appuntamento al protocollo del comune e si presentano le dimissioni.
Se sono 13 e depositate contestualmente Ongaro va a casa.
Le nostre 8 ci sono già. Biason, Baletti, Zancai, Bomben, Del Pup, Vampa ….. cosa faranno?
Finalmente si scopriranno le carte sulle reali intenzioni di ciascuno.
Secondo me … non firmeranno. Non tutti!

Annunci

Che macello….

Il gioco di parole è semplice in questo caso, ma non cambia la dimostrazione di inettitudine dell’attuale maggioranza che governa Cordenons.
Argomento: l’affidamento della gestione del macello di Cordenons è scaduta ed è stato già rinnovato in passato. Ora si pone la questione: rinnovarlo ancora o fare una nuova gara d’appalto? Da due anni a questa parte Ongaro e la sua maggioranza non sa decidere (ma questa non è una novità purtroppo) e vuole scaricare sul Consiglio Comunale la scelta.
Tutto ciò è allucinante!
La gestione in corso è buona? L’affidamento può essere rinnovato? Allora dai il rinnovo.
L’affidamento non può essere rinnovato, perchè la legge vieta i rinnovi multipli? Allora fai la gara.
DOV’E’ LA DIFFICOLTA’?
Si dice che il gestore attuale ha fatto degli investimenti. E allora? Nella gara si prevede che chi vincerà dovrà rimborsare tali investimenti. BANALE!
Invece io credo che oltre a non sapere decidere (che – ripeto – non è una novità per Ongaro purtroppo), il sindaco non sappia nemmeno far dialogare e i partiti che lo supportano (e forse poco sopportano). E così tutti si sentono leggittimati ad andare per la propria strada.
Come Biason (al quale si deve riconoscere di avere un proprio pensiero e di esprimerlo, a fronte dei silenzi dei suoi colleghi di maggioranza) che dopo pochi giorni dall’approvazione del Bilancio Previsionale 2013 esce con questa proposta della vendita (in bilancio non c’era traccia di questa ipotesi, perchè?).
In una situazione normale il consigliere di maggioranza che ha un’idea non la diffonde sulla stampa. Prima ne parla con il suo gruppo politico, con i suoi assessori, con il suo sindaco. E siccome si tratta di aspetti patrimoniali lo fa rientrare in una visione d’insieme e propone di farlo inserire in Bilancio. A meno che anche il bilancio sia stato scritto nella stanza dei bottoni senza condivisione con i consiglieri di maggioranza che lo hanno votato al buio.
Comunque la si veda ……. è proprio un macello!

Bilancio Consuntivo 2012

Questo è il primo anno interamente di gestione Ongaro. Deludente, deludentissimo!

Alle volte le opposizioni in Consiglio Comunale hanno difficoltà a trovare i motivi per votare contro un bilancio consuntivo, se l’attività dell’amministrazione è stata valida.
Ma in questa occasione c’è l’imbarazzo della scelta! E probabilmente anche qualche consigliere di maggioranza avrà qualche dubbio…

Io ho individuato 3 motivi:
1. il risultato della differenza tra entrate e spese correnti e decurtato il pagamento della rata annua dei mutui, mostra un avanzo corrente di circa 900 mila euro (altro…)

Teatrino Tenda….

La più bella ed efficace sintesi sull’attività dell’Amministrazione Ongaro l’ho sentito da Stefano Mazzacani.
“Vampa voleva il Teatro Tenda, ha fatto l’accordo con Ongaro per raggiungere questo risultato, irato con Mucignat che non glielo aveva permesso. Finalmente ce l’ha fatta, basta accontentarsi un pochino…. Ora Cordenons ha il TEATRINO e il TENDALINO“.
Il Teatrino è quello cui assistiamo in Consiglio Comunale (venite, venite, in attesa che Ongaro faccia quello che ha promesso, cioè di riprendere con web cam per permettere ai cittadini di godersi lo spettacolo da casa): baruffe intestine, Del Pup che ordina al sindaco Ongaro cosa deve fare, pezzi di maggioranza (Del Pup e gruppo Misto) che attaccano il sindaco su tutto e che addirittura dichiarano di non votare il bilancio consuntivo 2012, De Benedet che interviene sempre in maniera che definire confusionaria è dir poco, il Gruppo Misto che sconfessa il “suo” assessore nominato poco tempo fa, …..

Il Tendalino è quello che fa bella mostra di sè sul Municipio. E che Del Pup (membro di maggioranza) ha definito una vergogna per la città.

Appunto, basta accontentarsi un pochino….

Chi non può accontentarsi è il cittadino di Cordenons: merita ben altro!

Agonia….

Ieri sera in Consiglio Comunale abbiamo assistito all’AGONIA del sindaco.

Del Pup (e a ruota il gruppo misto) lo accusano di incapacità di governare. Il sindaco non replica subito, pare addirittura non avesse preparato un intervento (va bene che non va d’accordo con i giornalisti, ma potrebbe leggere i giornali per sapere cosa si sarebbe trovato in consiglio….).

Esce Del Pup, esce il gruppo misto, esce tutta l’opposizione (per non reggere la baracca del sindaco). Risultato: il sindaco ieri si ritrova senza  numeri per governare. Era già successo in commissione…

Nel suo intervento (tardivo, ma ormai è una sua costante arrivare tardi…) si difende dicendo che lui resta li’, per difendere gli interessi dei cordenonesi, che non se ne và perchè non è nè corrotto nè corruttore. Nessuno lo aveva accusato di questo. E allora perchè difendersi su questo? Che tipo di messaggio ha lanciato?

Caro Ongaro, se ci tieni per davvero agli interessi dei cordenonesi, pensaci: meglio un giorno la leone o 100 da pecora?

Dimettiti, subito!

Ma Ongaro ha capito cos’è e a cosa serve l’ATO?

Credo di no, voglio credere di no.
Ma andiamo per gradi.
Il sindaco Ongaro accusa Mucignat di essere la causa del fatto che i cordenonesi pagheranno l’acqua più cara di Pordenone, perchè ha scelto Sistema Ambiente e non Hydrogea.
Ecco il mio pensiero:
– il principio che ha portato alla nascita degli ATO era di garantire a tutti i cittadini l’acqua della stessa qualità e allo stesso prezzo;
– nel 2012 i comuni dei due gestori Sistema Ambiente e Hydrogea avranno tariffe diverse quindi ATO ha fallito nel suo ruolo strategico;
fino a che il Sindaco di Cordenons era Mucignat consigliere di Amministrazione dell’ATO, le tariffe sono state le stesse;
da metà 2011 il Sindaco di Cordenons è Ongaro consigliere di Amministrazione dell’ATO le tariffe sono diverse e a sfavore dei comuni di Sistema Ambiente;
– cosa ha fatto Ongaro per evitare ciò? nulla! in tutte le riunioni ha sempre votato a favore,
– perchè Ongaro ha votato a favore delle tariffe differenziate e sfavorevoli ai suoi concittadini? sapeva Ongaro cosa andava a votare? io credo di NO, purtroppo….. voglio pensare che non lo sapesse, che non ne fosse consapevole …. altrimenti vien da dire che per biechi scopi politici ha accettato una soluzione che danneggai i suoi concittadini! Non ci voglio credere..
– e allora perchè non si è astenuto come altri comuni di Centro- Destra (vedi la Delibera n. 7 dell’11/05/2012 avente per oggetto: “Approvazione dell’articolazione tariffaria ai sensi dell’art.25, commi 2 e 5, della L. R. n. 13/2005 per i gestori d’ambito, su proposta del Consiglio di Amministrazione”.
ONGARO C’ERA ED HA VOTATO A FAVORE DELIBERA AUMENTO TARIFFA ACQUA)? forse per timore riverenziale nei confronti di Pordenone? temo siamo tornati in una situazione di sudditanza con Pordenone;
– unica soluzione è il gestore unico.

ATO dell’Acqua: tradito lo spirito di fondo

Quello che si è consumato in questo ultime settimane in tema di acqua è grave: all’interno dello stesso ATO Pordenonese (Ambito Territoriale Ottimale) per la gestione dell’acqua ci saranno cittadini di serie A e cittadini di serie B!
Infatti l’ultima assemblea dell’ATO ha deliberato delle tariffe diverse per i comuni aderenti ai due gestori Sistema Ambiente e HydroGEA!
Ma facciamo un passo indietro.
Quando anche in Regione, tardivamente, sono stati resi esecutivi gli ATO (credo fosse il 2008 o il 2009) uno era il principio ispiratore: garantire acqua della stessa qualità e allo stesso prezzo a tutti i cittadini appartenenti all’ATO. Da Claut a Pordenone!
Questo per evitare che i comuni montani, per esempio, che hanno territori ampi e pochi abitanti siano svantaggiati rispetto a comuni di pianura con altra concentrazione. E’ evidente che i comuni di pianura, avendo molti abitanti avranno elevati consumi e quindi elevati incassi, con costi proporzionalmente più bassi perchè il territorio è più contenuto.
Anche se i comuni aderivano a gestori diversi, il principio andava rispettato. Altrimenti veniva meno il senso dell’ATO, questo è evidente!
Talmente evidente che nel nostro ATO è successo l’esatto contrario: a Cordenons si pagherà l’acqua più cara che non a Pordenone.
E questo, si badi bene, non perchè a Cordenons i costi sono più alti o perchè Sistema Ambiente è meno efficiente, ma semplicemente perchè il mix degli utenti di Sistema Ambiente è meno ricco di quello di HydroGEA.
Siccome questa è una evidente ingiustizia, bisognava dirlo all’assemblea dell’ATO che deliberava le tariffe.
Ebbene, alcuni sindaci (tra cui Fontanafredda e Maniago), che avevano colto questa discriminazione, si sono astenuti al momento del voto. Ongaro invece no.
Speriamo che al momento del voto non si fosse accorto delle conseguenze, perchè se la sua è stata una scelta consenziente  allora è molto grave e dimostra ancora una volta (se ce ne fosse stato bisogno) di non essere idoneo al ruolo di sindaco.
E’ per questo motivo che abbiamo presentato un Odg odg Acqua ATO, per cercare di correggere questa stortura, OdG che proporremo anche negli altri comuni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: